Informazioni utili in tema di invalidità  civile 

In merito alla invalidità di chi ha subito un trapianto di fegato o di chi è affetto da una patologia epatica che lo costringe a modificare la sua situazione di vita è opportuno chiarire quanto segue.
L'invalidità civile è la condizione in cui si trova colui che non può fare tutto quello che può fare una persona sana: il che non significa che abbia automaticamente diritto ad una pensione di invalidità civile. Significa solo che la sua condizione ha un determinato grado di invalidità al quale possono corrispondere alcuni benefici di ordine economico, fiscale e assistenziale. La fruizione del beneficio economico é legata al grado di invalidità riconosciuto ( dal 75% al 100% ) e richiede altri requisiti di età e limiti di reddito.



 Handicap ai sensi delle L. 104/92

Il paziente cui viene diagnosticata una patologia invalidante può inoltrare la richiesta di riconoscimento dello stato di handicap. I principali benefici di interesse per pazienti e familiari:
1. i permessi retribuiti ( per paziente e familiari entro il II grado )
2. il congedo straordinario fino ad un massimo di due anni per il per il parente o affine lavoratore conviventer con il paziente.

PER AGEVOLARE PAZIENTI E FAMILIARI NELLA CONOSCENZA DI DIRITTI E SERVIZI MA SOPRATUTTO  NELLE MODALITA' OPERATIVE PER ATTIVARE LE PRATICHE DI RICONOSCIMENTO, L'ASSOCIAZIONE  HA STRETTO UNA COLLABORAZIONE CON SPORTELLI DI PATRONATO SINDACALE ALL'INTERNO DELLA STESSA AZIENDA OSPEDALIERA DI BERGAMO.
Vedasi allegata locandina informativa

 

Viaa Presso: ASST PAPA GIOVANNI XXIII - PIAZZA OMS, 1 - 24127 BERGAMO - torre 2 piano 4 ufficio 16  - Telef. 035/2678057
e-mail: info@amicideltrapiantodifegato.com